Ecosia: il motore di ricerca che (forse) vuole salvare il pianeta

A seguito degli incendi in Amazzonia Ecosia sta salendo sempre più alla ribalta.

Il motore di ricerca che si impegna a devolvere l'80% dei suoi guadagni per piantare nuovi alberi e salvare il pianeta sta aumentando notevolmente la sua conoscenza, soprattutto a seguito dei terribili incendi che stanno devastando l'Amazzonia. Ma purtroppo non è tutto oro quello che luccica. Scopriamo nel dettaglio qual è il suo reale funzionamento.

Ecosia: cosa pensa la gente e come funziona realmente

Molte persone ritengono che sia sufficiente effettuare una ricerca su Ecosia affinché vengano devoluti dei soldi per la salvaguardia del pianeta. Ovviamente questo non è possibile, in quanto una semplice ricerca effettuata dagli utenti non garantisce ad Ecosia alcun guadagno...

Infatti il reale guadagno di Ecosia (e quindi la relativa percentuale poi devoluta per piantare nuovi alberi) arriva solamente se l’utente, dopo aver effettuato la ricerca, clicca su un annuncio pubblicitario proseguendo così la sua navigazione online e visitando siti web di aziende e/o liberi professionisti. 

In questo caso l’azienda che ha pubblicato l’annuncio pagherà dei soldi a Ecosia (che pertanto è una piattaforma Pay per Click, proprio come Google Ads) e solo successivamente l’80% di questi introiti verranno devoluti per piantare nuovi alberi.

L’altro “scheletro nell’armadio” di Ecosia

Chiarito il funzionamento del motore di ricerca c'è un altro dettaglio da verificare: a chi sia appoggia Ecosia?

La risposta è semplice: al motore di ricerca Bing (di Microsoft) che però al momento utilizza solo il 40% di energia pulita, mentre Google usa, ormai già da qualche anno, al 100% energie pulite e rinnovabili.

La domanda quindi sorge spontanea: Ecosia è davvero innovativa, rivoluzionaria e impegnata per salvare la terra o semplicemente è riuscita a comunicare in maniera molto efficace la sua mission omettendo dettagli che però risultano molto rilevanti? A voi lettori l'ardua risposta.

 

Daniele Tomat

Contattaci per maggiori info:

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel: 0432.17.99.117